domenica 25 maggio 2014

Verbi in controluce

Fotografia di Oliviero Angelo Fuina

E' un Ghibli di voci arse
- gridolini di risacca -
a spuntare le pause
nell'inspirare dell'onda.

E' l'urgenza di voci scritte
nel volare tra le righe
per l'immortale acrobazia
nel cielo di carta riciclata.

Babele di dialetti
a ribadire universale
il diritto oneroso al sole
comprato in ovali d'ombra.

E impudica, la pelle lecita,
cadenza passi
schiumati alle caviglie
lenimento salato al fuoco di rena.

Lo sguardo torna a scrutare
verbi di ritratti in controluce
 e il sale che evapora tra i pori
graffia invisibile le spalle.


08/08/10

(tratto da "Lido Venere - Conchiglie all'anima")

2 commenti:

  1. Bellisime poesie amico mio
    Felice pomeriggio))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore! :) La tua accoglienza mi lusinga...

      Elimina